Fusilli al farro con “patè” rosso di lenticchie

  • fusilli di farro con lenticchie
  • fusilli di farro con patè di lenticchie

Un piatto inventato dopo quasi una settimana di inattività, causa influenza. Un sapore ed un profumo che credo convinceranno anche chi non ama i legumi, “nascosti” in questo caso all’interno del condimento che ho definito “patè”, semplicemente perché potrebbe essere consumato anche freddo, magari spalmato su dei crostini.

Un abbinamento di sapori, secondo me speciali, che permette di sfruttare al massimo le proprietà nutrizionali dei singoli ingredienti. L’accoppiata cereali-legumi è ideale per assorbire le proteine vegetali; il concentrato di pomodoro e i pomodori secchi oltre ad una discreta dose di vitamina C, contengono alte dosi di licopene, dall’elevato potere antiossidante, e sono molto più ricchi di fibra, ferro, calcio e fosforo rispetto al pomodoro fresco.

Spero che anche voi rimarrete piacevolmente sorpresi di quanto un piatto salutare possa essere altrettanto buono e velocissimo da preparare. Ovviamente per la riuscita della ricetta (che è vegana ma non l’ho fatto apposta!) è necessario utilizzare concentrato di pomodoro e pomodori secchi di qualità!

Ingredienti per 2 persone

  • fusilli di farro italiano: 180 g
  • lenticchie precotte sgocciolate: 240 g (1 latta)
  • triplo concentrato di pomodoro: 70 g
  • pomodori secchi: n. 4
  • olio extravergine di oliva: 4 cucchiai
  • aglio: n. 1 spicchio
  • origano: q.b.
  • sale grosso: q.b.

Mettete a bollire abbondante acqua in una pentola per la pasta.

Nel frattempo mettete nel bicchiere del frullatore ad immersione le lenticchie (tranne un cucchiaio) sciacquate sotto acqua corrente, il concentrato di pomodoro, i pomodori secchi, 2 cucchiai d’olio, 80 g di acqua e un pizzico di origano. Frullate il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo e piuttosto compatto.

Raggiunto il bollore dell’acqua versate i fusilli e salate a metà cottura: in questo modo dovrete utilizzare meno sale grosso per ottenere la sapidità desiderata.

Mentre la pasta cuoce spellate lo spicchio d’aglio e privatelo dell’anima: fatelo colorire in una padella con 2 cucchiai d’olio. Prima che annerisca troppo levate l’aglio, poi stemperate nella padella qualche cucchiaio del sugo di lenticchie con poca acqua di cottura.

Scolate la pasta molto al dente e completate la cottura nella padella, aggiungendo un mestolo circa di acqua di cottura e il resto del sugo, poco alla volta. Proseguite la cottura, eventualmente aggiungendo altra acqua, finché la pasta non avrà raggiunto la giusta consistenza e il sugo non risulti cremoso.

Completate con una spolverata di origano e le lenticchie lasciate da parte. Secondo me questa pasta è già molto saporita così, senza l’aggiunta di formaggio… ma a voi la scelta!

Dony

Dony

Ciao, sono Donatella Tagliatti e vorrei trasmettervi la mia passione per una cucina creativa, veicolo di emozioni, tradizioni e benessere.

You may also like...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>